Giovani tra i 25 e i 40 che risparmiano fino all’osso e investono i loro risparmi per poter andare in pensione il prima possibile: come ci riescono?

Iniziare a lavorare con l’idea di andare in pensione 

Tutti quelli che lavorano e si proiettano nel futuro si pongono una domanda: quando potrò andare in pensione? 

La pensione è vista come un periodo in cui puoi fare quello che più ti pare, non dovendo combattere con la ricerca dei soldi necessari al sostentamento.

In Italia se ne parla moltissimo. Soprattutto da quando, con la crisi, si sono susseguite leggi e disegni di legge che modificano il sistema pensionistico. 

Sono cambiati i requisiti per poter raggiungere quel momento. Requisiti come l’età o la capacità contributiva ancora il periodo contributivo.  Andare in pensione prima del tempo è possibile

Niente è più sicuro.

Molti giovani di oggi, poi, non hanno alcuna intenzione di trascorrere tutta la vita dietro ad una scrivania. E per cosa poi? Per garantirsi di poter andare in pensione quando sarà troppo tardi per godersela, perché oramai saranno vecchi e decrepiti? 

Ecco lo spirito con cui all’estero qualcuno ha trovato la soluzione: F.I.R.E.

F.I.R.E.: il movimento dei baby pensionati

FIRE è un acronimo per Financial Indipendence Retire Early ed è il nome di un movimento che punta alla indipendenza finanziaria che possa poi garantire una pensione anticipata. È nato in U.S.A. (perché non mi meraviglio!), ma va fortissimo soprattutto tra i giovani in Gran Bretagna che non vogliono sentirsi schiavi del lavoro e vogliono andare in pensione intorno ai 40 anni.

Il senso è lavorare in modo intenso tra i 25 e i 40 anni, cercando di mettere da parte quanto più possibile, ed essere pronti a godersi al più presto la vita, senza che qualcuno li obblighi a trascorrere  ore intere bloccati in un ufficio.

Ma attenzione! Non si tratta di giovani ricchi che possono permettersi una vita da mantenuti, come pure qualcuno sostiene. 

Il movimento è vasto ed eterogeneo. E tutto parta da  una corretta educazione finanziaria . 

Investire il più possibile per andare in pensione presto

Non concedersi determinati lussi non basta per poter essere liberi da un lavoro in qualche modo costrittivo. Sicuramente essere oculati e attenti a quello che si spende e a come lo si spende è fondamentale. E moltissimi giovani di oggi, che sono nati in epoca di crisi, sanno benissimo cosa vuol dire essere costretti ad evitare gli sprechi. Per questo più facilmente riescono a scegliere, liberamente, di farlo.

 Ecco i 3 passi da seguire:

– Ridurre le spese Risparmiare e investire per andare in pensione
Molti giovani seguaci del movimento F.I.R.E. conducono vite austere. Niente auto di lusso. Anzi talvolta proprio niente auto. Niente cene fuori, nei ristoranti. Niente case costose in centro. Niente che sia un di più rispetto ad un quotidiano spartano ed elementare.

Investire i risparmi
Tutto quello che non viene speso in extra non necessari diventa un’ottima base per investire. Soprattutto all’estero la scelta più seguita è quella di investire in fondi pensionistici o fondi a basso costo, sfruttando così il maturare di un interesse composto.

– Reinvestire i guadagni per accumulare
Il terzo step ti fa semplicemente tornare al punto di partenza. Per poter mettere a reddito ulteriore quello che hai ricavato dagli investimenti.

Chi è disposto al risparmio estremo?

La verità è che nella società di oggi non tutti sono disposti a seguire un programma di vera e propria austerità come quello che propone il movimento F.I.R.E.
Ci sono una serie di benefit del nostro quotidiano da mondo occidentale da cui obiettivamente non riusciamo e non vogliamo liberarci.

Ma le due opzioni non si escludono così rigidamente. Oltre il bianco e il nero, esiste anche il grigio.

Non è obbligatorio vivere di stenti, fosse anche per pochi anni, per poter realizzare i propri sogni di indipendenza.
Però stabilire un budget e imporsi di rispettarlo è sicuramente una regola di vita finanziariamente sana, come già mi è capitato di scrivere altrove. 

E ci sono tanti motivi per cui è utile farlo.
Per migliorare in generale la propria situazione finanziaria.
O per fare un investimento immobiliare.
O per poter mandare i figli a studiare fuori un domani.
O perché no, per andare in pensione il prima possibile con serenità.

Sembra più facile a dirsi che a farsi! 

Ma con l’ausilio e la guida di un bravo consulente finanziario puoi pensare di raggiungere i tuoi obiettivi senza per forza rinunciare a tutto.